Kill the rich

Alessandro Manzoni, a torto considerato spesso un buonista per la sua fede nella Provvidenza, rivela in realtà ne I Promessi Sposi accenti jhadisti.

Adopera infatti la Peste come le distopie post-apocalittiche usano le pandemie, per formattare il sistema a vantaggio dei suoi protagonisti, suggerendo così che l’unico modo efficace per liberarsi dei signorotti prepotenti sia sterminarli, possibilmente con un’arma batteriologica.
E che questo sia il volere di Dio.