Porte chiuse

A causa della pandemia di Covid-19, che continua a fare migliaia di morti ogni giorno, in tutto il mondo si moltiplicano le richieste di controllo sociale, sia con mezzi tradizionali come l’esercito, che tecnologici come droni e app di tracciamento.

In tutto il mondo, dalla Francia all’Iran, dalla Catalogna a Hong Kong, la giustificata paura del contagio ha spento il fuoco delle manifestazioni di piazza, sostituite dalle spettrali pattuglie in tuta bianca che spruzzano disinfettante.

In Italia il tricolore sventola sui balconi, i vicini denunciano chi esce di casa senza autorizzazione, lo sciopero è considerato diserzione.

Nessuno strumento repressivo convenzionale sarebbe mai potuto essere così efficace.
Covid-19 è il ministro degli Interni che il sistema stava aspettando.

Invulnerabile alla satira e alla magistratura.
E contro il quale non si può manifestare senza fargli letteralmente un favore.

4 pensieri su “Porte chiuse

  1. “la paura del contagio ha spento il fuoco delle manifestazioni di piazza”

    Se non l’avesse fatto temo che il coronavirus sarebbe stato il boia che ogni sistema repressivo ha sognato…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.