Stalk Trek

passengersParere diffuso è che Passengers sia diretto al pubblico femminile, sia un film di fantascienza per donne. Questo è un insulto sia per la fantascienza, che per le donne.
In realtà ciò che succede al protagonista di Passengers è la realizzazione d’una tipica fantasia maschile, mentre la protagonista si ritrova intrappolata in un incubo degno di Shining, con tanto di labirintici corridoi deserti, e barista citazionista.
Un incubo che gli spettatori maschi trovano romantico, addirittura troppo romantico.

Svegliatosi in anticipo dalla stasi tutto solo sull’astronave per un guasto alla capsula, Jim il protagonista di Passengers si sceglie Aurora, la più figa degli altri passeggeri in stasi, e la sveglia perché gli faccia compagnia, pur sapendo che significa condannarla a una vita d’isolamento nello spazio, visto che l’arrivo sul pianeta extrasolare è previsto dopo un secolo.

Jim è un cialtrone, che in realtà non sarebbe neanche capace di salvare l’astronave se il povero Fishburne, da bravo Deus Ex Machina, non apparisse a spiegargli per filo e per segno la causa dei guasti, per poi morire come si conviene agli afroamericani nei film di genere, lasciandolo di nuovo solo con Aurora.

Eppure Aurora s’innamora perdutamente di Jim, lo perdona, e alla fine decide di sacrificare volontariamente tutti i suoi sogni, i suoi interessi e i suoi progetti, pur di passare il resto della vita completamente sola con lui nello spazio. Si sa, le donne credono di voler scrivere, viaggiare, conoscere mondi nuovi, vedere il futuro, ma in realtà per essere felici tutto quello che gli serve è un marito, no?

Passengers è stato definito una specie di Titanic astrale, in realtà è un Sette spose per sette fratelli con una sola sposa e un solo fratello.
Sempre la stessa perniciosa convinzione degli uomini che la storia con la donna che vogliono possa anche cominciare con una loro imposizione – un rapimento, un ricatto, uno stupro – ma alla fine, se insistono abbastanza, se fanno qualcosa di grande, lei non potrà fare a meno di amarli.
La Bisbetica sarà domata, la Bella sposerà la Bestia, e vivranno felici e contenti.
È la nefasta illusione della quale si nutrono tutti gli stalker.
Dai semplici rompicoglioni, agli assassini.

In una versione più realistica della storia, Aurora scoprirebbe che in realtà è almeno la decima ad essere stata svegliata. Jim ha espulso tutte le precedenti nello spazio perché lo hanno respinto.

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

13 commenti

  1. Vlad

     /  gennaio 9, 2017

    comunque il fatto che lei sia figa non è rilevante dato che è figo (esteticamente, intendo) pure lui

    Rispondi
  2. Vlad

     /  gennaio 10, 2017

    e credo che in quella situazione, anche una donna avrebbe “svegliato” un uomo di bell’aspetto

    Rispondi
    • Alez

       /  gennaio 10, 2017

      Una donna (ma anche un uomo non cefalopenide) avrebbe fatto la cosa più sensata, cioè svegliare qualcuno dell’equipaggio per venire a capo dei guasti. Se il povero Fishburne non si fosse svegliato da solo sarebbero morti tutti. Il plot di questo film però non segue la logica, questo è un film a tesi. E la tesi è la stessa di Sette spose per sette fratelli (nel contesto di Shining).

      Rispondi
  3. Mi fa piacere sapere che non sono la sola a schifare i messaggi di Sette Spose per sette fratelli e de La Bella e la Bestia, detto ciò ringrazio l’autore di questa recensione per aver detto una cosa essenziale: non serve una fantascienza ad hoc per attirare le donne.
    Se posso fare il mio esempio, io sono fan di Star Wars da 33 anni (1984, la prima volta che venne trasmesso in tv Guerre Stellari su Italia1), da adolescente leggevo Asimov. Ora sto recuperando Heinlein e la mia serie preferita è e resta Fringe, nonostante l’orrido finale.
    E non è certo per la coppia il motivo per cui amo Fringe, per quanto trovi molto bella la storia d’amore tra Peter e Olivia (non schifo le storie d’amore se sono ben fatte, ma detesto chi vede/legge una cosa solo per esse), vi sono altre mille tematiche che me l’hanno fatta amare: la demolizione del conflitto manicheo, spesso si può fare la cosa giusta e la cosa sbagliata contemporaneamente, il rapporto Peter/Walter è forse il più bello visto in tv tra padre e figlio, la guerra nasce spesso per motivi nobili, ecc.
    Ah odio lo ship, mi urta proprio. Credo tu ne abbia sentito parlare.
    Attualmente seguo almeno 3 serie di fantascienza, come Westworld, The Expanse e 12 Monkeys e ho seguito Continuum, Person of Interest, oltre a Fringe. Ovviamente seguo Doctor Who, anche se non mi ritengo una whovian e, dulcis in fundo, scrivo anche romanzi di fantascienza, con la mia migliore amica Simona.
    Confesso che leggendo la trama di Passengers non avevo pensato alle cose che hai detto, ma sono perfettamente sensate.
    Personalmente ci tengo di più a recuperare Arrival, che sembra molto più intrigante.
    Scusa il malloppo.

    Rispondi
    • Alez

       /  gennaio 16, 2017

      Fringe ha avuto momenti memorabili. Poi purtroppo alla fine ha sbracato.

      Sì, so cosa sono le ship. Ci sono shippers che seguono The Walking Dead solo per le ship, e si lamentano costantemente degli zombie che tolgono spazio alle storie d’amore.

      In bocca al lupo per la tua attività di scrittrice SF!

      Rispondi
      • Grazie di cuore per gli auguri Alez.
        Oh signore ma perché certa gente non vede il segreto -_- . Viva gli zombie!
        Vedo che concordiamo sul finale orrido di Fringe. Del resto chi ha buon senso la pensa come noi. Se hai tempo, voglia, passa sul nostro sito ( http://www.overthere.it ), dove abbiamo fatto innumerevoli saggi su Fringe e parliamo di cultura a 360°. Tempo fa facemmo anche un articolo in difesa della fantascienza!
        Un caro saluto!

    • Vlad

       /  gennaio 17, 2017

      “ma detesto chi vede/legge una cosa solo per esse”

      altra cosa che non capisco: quelli che shippano le coppie delle serie tv di fantascienza impediscono a te di apprezzare la serie anche o sopratutto per altri motivi? Posso capire che seguire The Walking Dead solo per gli amorazzi manco fosse una soap non sia proprio furbissimo ma perchè “detestare”? Uno guarda le serie per i motivi che vuole. Tra l’altro l’amore esiste e se una serie di horror o fantascienza vuole raccontarlo è giusto lo faccia, l’importante come dici anche tu è che sia raccontato bene. Personalmente quando seguivo il trono di spade apprezzavo sia gli intrighi politici e tutte le riflessioni sul potere tato quanto l’amore tra Talisa e Robb e tra Jon Snow e Ygritte

      Rispondi
      • Primo ho scritto a chiare lettere di amare le storie d’amore. Secondo sì queste persone, spesso, molto spesso, rendono indigesta la visione della serie perché pretendono che tutto giri intorno alla coppia, come ha ben spiegato la stessa Alez. Da giornalista quale sono ho visto con i miei occhi, su Twitter, queste personcine minacciare di morte gli autori perché non seguivano le loro direttive. Vallo appunto a dire agli autori di Fringe (il cui finale è stato reso osceno proprio perché la Fox, come sua abitudine, ha interferito, dando retta a chi “urlava” e insultava), agli autori di Person of Interest, agli autori di Sherlock e Doctor Who, tanto per fare due esempi. Purtroppo all’estero il rappresentante del pubblico siede al tavolo degli autori, soprattutto negli Usa (e si sa che chi fa la voce grossa viene più ascoltato dagli sponsor), con il risultato che tutti i migliori autori tv stanno fuggendo sulle tv via cavo. Capisci perché ho usato la parola detestare? Se una persona seguisse una serie solo per la coppietta e non rompesse le palle è un conto, ma insultare autori e chi non la pensa come loro, con annesse minacce di morte, non le rende proprio simpatiche.
        Come ho già detto io amo moltissimo (e tre) le storie d’amore, credo, da scrittrice, che una bella storia d’amore possa arricchire una storia. Il problema sta tutto nell’atteggiamento di queste persone.
        Buona serata

      • Vlad

         /  gennaio 17, 2017

        in tal caso, concordo con te

  4. in linea di principio sono d’accordo con la tesi di fondo, però hai errato completamente una marea di giudizi, ma proprio tanti, lo capisco, quello che lui ha fatto me lo ha reso così odioso per mezzo film che anche a me il perdono sembra un po’ facile e quindi capisco che se ha dato fastidio a me tu come donna ti sarai sentita ancora di più parte in causa. Premesso quanto sopra il giudizio sintetico che ho postato altrove è questo:
    io ho odiato lui per quello che ha fatto, tanto che a metà film dando per scontato il lieto fine mi chiedevo è assurdo come possono superare questo? Però la frase detta dal tizio dell’equipaggio è molto bella e molto vera “l’uomo che affoga si aggrappa e trascina con se chi gli sta vicino, non è giusto ma sta affogando” inoltre c’è il “colpo di culo” che per salvare la nave serviva comunque un’altra persona oltre a lui e se fosse stato solo la nave avrebbe fatto kaboom.

    In quanto ai giudizi sballati che la giusta antipatia (per usare un eufemismo) che provi per lui per quello che ha fatto, eccoli:
    _ hai scritto “è un cialtrone, che in realtà non sarebbe neanche capace di salvare l’astronave se il povero Fishburne, da bravo Deus Ex Machina, non apparisse a spiegargli per filo e per segno la causa dei guasti” No, Jim non è un cialtrone ha dimostrato di essere un tecnico molto capace e creativo (tutte le modifiche fatte), il membro dell’equipaggio semplicemente conosce la nave perché è un membro dell’equipaggio, Jim è un passeggero, lui ci prova ad apprendere di più sulla nave ma gli è precluso non dall’essere un cialtrone ma dal fatto che non ha le autorizzazioni per farlo fino a che Fishburne morendo gliele passa.

    _ nel tuo commento hai scritto: “Una donna (ma anche un uomo non cefalopenide) avrebbe fatto la cosa più sensata, cioè svegliare qualcuno dell’equipaggio per venire a capo dei guasti.” Ma scusa ti sei addormentata durante il film? Quella è una delle prime cose che ha tentato, ma l’equipaggio non dormiva con i passeggeri ma dietro la porta rinforzata che non so di che cacchio era fatta, ci ha provato in tutti i modi prima ad aprirla con le buone, poi a forzarla, ci prova anche Aurora prendendola a martellate malgrado tutti gli attrezzi abbandonati da lui fuori dalla porta stessero a dimostrare che non c’era nulla da fare.

    Concordo sul fatto che la storia non è realistica quello si, fanno fare una cosa molto brutta a lui e infatti Fishburne a lei racconta la metafora dell’uomo che affoga ma a lui dice “capisco che sei stato un anno da solo ma still damn!” ma poi si inventano le cose più improbabili per renderla “giustificabile” è vero nella realtà sarebbe stato più probabile quello che tu dici, quindi dal punto di vista della filosofia che leggi tra le righe del film forse hai ragione e le circostanze attenuanti sono window dressing, però rimanendo strettamente aderenti a ciò che nel film si vede le tue imprecisioni andavano corrette, poi per carità questo non inficia la tua teoria sulla filosofia che denunci.

    Rispondi
    • Alez

       /  gennaio 16, 2017

      Hai ragione, in-universe ci prova a svegliare l’equipaggio. Poi però fra i passeggeri sceglie come se fosse su Tinder.

      Rispondi
      • Vlad

         /  gennaio 17, 2017

        anche una donna dopo aver provato invano a svegliare l’equipaggio avrebbe scelto il più belloccio da svegliare. Non ci vedo nulla di male, l’attrazione fisica esiste, non scatta sempre e solo per individui belli fisicamente però se scatta per un belloccio (e qui sono tutti e due bellocci) non c’è mica nulla di sbagliato

  1. Stalk Trek | scheggetaglienti | HyperHouse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...