L’ultima Luna

4x16_The_Waters_of_Mars_723The Waters of Mars di Russell T. Davies non è soltanto uno dei migliori episodi di Doctor Who mai girati, è anche in assoluto una delle migliori ore di televisione degli ultimi vent’anni.
Partendo da una geniale variante della classica Zombie Outbreak, The Waters of Mars affronta in modo coinvolgente e disturbante uno dei classici dilemmi etici dei viaggi nel tempo, smascherando tutta l’arroganza colonialista intrinseca nel topos del Time-travelling (White) Saviour, e riuscendo anche a compendiare in un solo episodio tutto il complesso sviluppo del personaggio del decimo Dottore.

Il fatto che il grottesco sermone antiabortista Kill the Moon di Harness e Moffat ne tenti un retcon – suggerendo che non sia stato il sacrificio dell’equipaggio di Bowie Base a ispirare l’esplorazione spaziale, ma la scoperta che la luna fosse un uovo di tacchino alieno – è talmente repellente da essere una delle cose che la maggioranza del fandom volutamente ignora come se non fosse mai successa.

E dire che con autori decenti Peter Capaldi sarebbe potuto diventare uno dei migliori Dottori di sempre.

Nell’ideale sfera celeste della nuova serie, The Waters of Mars e Kill the Moon sono rispettivamente lo Zenit e il Nadir.
Per fortuna, l’era Moffat è finalmente al tramonto.

 

Annunci

One thought on “L’ultima Luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.