I tedeschi non scherzano più

Lo spot della city car è stato ri-doppiato: è sparito lo slogan “I tedeschi non scherzano mai”.
Lo scandalo Volkswagen è stato un danno d’immagine per tutta la Germania.
I tedeschi hanno perduto un patrimonio di reputazione.
Gli italiani non corrono questo rischio. Più siamo cialtroni e truffaldini, e più corrispondiamo alla nostra reputazione.

Aggiornamento 2016: lo slogan è tornato. I tedeschi recuperano sempre.

The Doctor lies heavy

L’era RTD di Doctor Who è piena di riferimenti gnostici. Da The Parting of the Ways a Gridlock, da Human Nature/Family of Blood a Turn Left, da Utopia a The End of Time. Il Dottore di Russell T. Davies è il Cristo gnostico che s’oppone al Demiurgo, rappresentato in The End of Time da Lord Rassilon.
Il Dottore di RTD combatte l’Autorità, sempre ritratta come crudele e corrotta.

Anche l’era Moffat è piena di (più grossolani) riferimenti esoterici, il Dottore di Steven Moffat però non combatte l’Autorità, la incarna. E pretende obbedienza: “Do as you’re told!”
Nell’era Moffat, l’Autorità è sempre rappresentata come meritevole e indispensabile.
Se RTD satireggia anche Obama, Moffat simpatizza persino con Nixon.
Il Dottore di Moffat plasma l’universo riscrivendolo e falsificandolo di continuo a suo piacimento. “Rule one: the Doctor lies”.
Il Dottore di Moffat non s’oppone al Demiurgo.
È Il Demiurgo.

Documenti falsi

La serie Minority Report è un fiacco, banale police procedural ancora più lontano dall’idea originale di Philip K. Dick di quanto non lo fosse già il film.
Una trasposizione infedele dopo l’altra, Hollywood ha prodotto di Philip K. Dick un’immagine fittizia che non ha assolutamente niente a che vedere con l’originale.

Questo è involontariamente molto dickiano.
E in Radio Free Albemuth, Philip K. Dick l’aveva previsto.

Gli occhiali da sòla

sonic-shades

Qualcuno cacci Moffat prima che sostituisca il Tardis con una Panda.